Free ePUB La febbre dei tulipani. La prima grande crisi economica della storia – Z55z.co

Nell Olanda di fine Seicento il tulipano, reso popolare dai turchi ottomani, caus una vera e propria frenesia botanico finanziaria I bulbi venivano scambiati con maiali o percore, vino o burro, abiti o letti, gli ibridi pi rari e pregiati raggiunsero ben presto quotazioni folli, da capogiro, tanto da valere pi di una casa L interesse della gente arriv a non dipendere pi dalla loro bellezza, ma dalla nascente consapevolezza che se ne poteva trarre profitto Cosi, grandi mercanti e umili contadini si fecero contagiare da questa febbre dilagante e il mercato si gonfi a dismisura fino a crollare nel , come Wall Street nel , determinando la prima grande crisi speculativa del capitalismo moderno La prima bolla economica che preannuncia e anticipa le successive, i tulipani di ieri come le dot e come i mutui subprime di oggi, delirio collettivo e prezzi alle stelle un inarrestabile contagio sociale che porta il sistema al collasso Mike Dash ripercorre questo caso di isteria collettiva e di speculazione di massa e, attraverso la vicenda di un fiore, svela gli imponderabili meccanismi delle passioni umane che tante volte determinano il nostro destino Un libro completo che racconta la storia, che dar la base nell economia per comprendere il fenomeno tramite una acuta descrizione e osservazione, della bolla per eccellenza Un insieme caratterizzato da elementi di irrazionalit , economia, e storia che si uniscono per creare quello che si conosce ora come un momento di euforia, irrazionale, per un tulipano, che da semplice ornamento si trasform in una ossessione, improvvisa e non totalmente motivata, senza precedenti, per poi dissiparsi nel nulla e rovinando tutti coloro che erano coinvolti in quello che stato un commercio prettamente atipico.Il libro, pi che un libro che spiega le conseguenze strettamente economiche e di andamento grafico , da un contesto maggiormente improntato sulla descrizione del contesto storico per poi portare induttivamente a capire quello che successo e il perch , parziale, della sua crescita e decrescita di valore. Chi cerca un mero saggio economico ricco di cifre e tabelle e nient altro rester inevitabilmente deluso d altra parte, difficile scrivere un libro intero su un avvenimento di cui non rimangono molti documenti E invece la storia del tulipano, della sua origine e della sua influenza sulla cultura e sull economia soprattutto di Turchia e Olanda, narrata in modo da portare infine al climax della Grande Bolla del 1636 37 e alle sue conseguenze.Da mettere alla pari con altri saggi come La confraternita dei giardinieri o Longitude libri in cui la narrazione non si limita ad un elenco di dati in consegna a dispetto di telefonate e reclami Einsten diceva Ci sono due cose infinite l universo e la stupidita umana, ma sull universo ho ancora qualche dubbio , e la storia narrata in questo libro e una ulteriore conferma della validita dell affermazione.Il libro con uno stile preciso e puntuale, mai noioso, racconta i fatti accaduti nei primi decenni del 1600 in Olanda e la febbre collettiva che coinvolse quelle popolazioni nel commercio dei tulipani scambiati a prezzi esorbitanti La follia arrivo al punto che alla fine non erano piu i fiori o i bulbi ad essere scambiati ma la scommessa sugli stessi creando una situazione che vista dall esterno a mente fredda e veramente paradossale.E oltremodo apprezzabile che oltre alla narrazione dei fatti in se di quel periodo la storia viene collocata in un contesto piu ampio fornendo una spiegazione dei motivi e un quadro preciso delle condizioni di vita dell epoca.