[ Download eBook ] Lavoretti. Così la «sharing economy» ci rende tutti più poveriAuthor Riccardo Staglian – Z55z.co

La domanda da cui parte questo libro perch di colpo, diventato necessario arrotondare Staglian racconta il progressivo e sin qui inesorabile svuotamento del lavoro A partire dagli anni Ottanta il suo valore ha cominciato a degradare rispetto al capitale e da allora la caduta non si mai arrestata Dal racconto del presente l autore individua i principali snodi di questo declino, dal pugno d acciaio di Reagan contro i controllori di volo alla guerra della Thatcher ai sindacati Dalla delocalizzazione alla moltiplicazione dei contratti atipici Dall automazione che affida alle macchine ci che prima facevano gli uomini, fino alla gig economy, altro che sharing, che, sotto la maschera della flessibilit , sta istituzionalizzando i lavoretti , distruggendo nel frattempo la societ cos come la conosciamo Perch Uber, Airbnb e gli altri pagano tasse risibili nei Paesi dove producono ricchezza, impoverendoli ulteriormente e costringendoli se non prendiamo radicali contromisure a un futuro senza welfare Che aumenter il bisogno di lavoretti per arrotondare, in una spirale senza fine


8 thoughts on “Lavoretti. Così la «sharing economy» ci rende tutti più poveri

  1. Brio Brio says:

    Un libro fondamentale per smontare tutta la propaganda fasulla dietro la sharing economy Come sfatare i miti della condivisione dietro cui si nascondono nuove e sempre pi spietate e alienanti forme di sfruttamento del lavoro umano e delle difficolt economiche con estrema precariet , ricattabilit e ritmi insostenibili, oltre alle truffe smascherate al sistema tributario e quindi alla ricchezza collettiva e ai servizi essenziali AirBnB, Uber, YouTube, Google, e molto altro vengono smontati pezzo per pezzo con un ritmo narrativo e una scrittura facile, mai noiosa, entusiasmante e a tratti divertente, nonostante i sorrisi amari per la comprensione dei mostri che svela.


  2. berto stefano berto stefano says:

    ottimo libro che descrive la situazione attuale sul lavoro provvisorio,il prezzo buono,spedizione veloce e gratuital ho regalato ad un amico disoccupato


  3. Marco Marco says:

    Molto illuminante anche molto chiaro scritto bene la lettura va via molto facilmente lo consiglio a tutti giovani mezza et anziani per capire meglio il nostro mondo dove sta andando


  4. Luigi Luigi says:

    Interessante


  5. Cliente lincolnshirecleaning.co Cliente lincolnshirecleaning.co says:

    Bello e completo


  6. massaro massaro says:

    Guardare la tecnologia da un punto di vista diverso Ottima lettura ed ottimi spunti per su come affrontare il prossimo futuro


  7. claudio lombardi claudio lombardi says:

    Un inchiesta giornalistica piena di nomi, date, luoghi Una grande narrazione che non si fa ragionamento su uno degli aspetti pi importanti e controversi del mondo attuale Aleggia una ripulsa morale verso i tanti imprenditori dell on line accusati lungo tutto il libro di pensare ai profitti e di sfruttare i lavoratori Non proprio una novit nella storia dell economia Per esempio anche io sarei sfruttato da perch sto recensendo un libro Scrive l autore che questa una delle trovate pi geniali far parlare dei prodotti gli stessi consumatori Lui la pone come una negativit , per me geniale, ma in senso positivo Perch non dovrei leggere le opinioni di chi ha letto il suo libro e dovrei affidarmi a recensori ufficiali esclusi a suo dire poich dovrebbero essere pagati Stranezze di chi non dice di orientarsi in base ad una ideologia che invece c ed quella solita contro il capitalismo e i capitalisti che fanno tutto per denaro


  8. Gianni Gianni says:

    Un bel libro che fornisce una chiave di lettura diversa sul mondo delle multinazionali dell information tecnology superando la retorica dei media tradizionali che tendono a santificarle.La realt , come spesso accade, molto pi complessa.In un mondo in cui la tecnologia divenuta un bene di conconsumo doveroso approfondire l argomento.Un libro assolutamente da leggere